Michele, 75.

Michele, 75.
Credo sia giusto partire sempre da chi abbiamo più vicino, magari per essere d’esempio e per far capire che ogni vita é importante; molte volte manca soltanto l’ascoltatore giusto.
SE AVESSI QUALCHE MINUTO, COSA RACCONTEREI DI ME?
– Oltre 50 anni d’amore, persi la persona che ho sempre amato a causa di una malattia, la malattia del secolo. Si chiamava Grazia, occhi di ghiaccio, ma inesistente freddezza d’animo.
Intrappolata nell’ignoranza, di legge ai suoi tempi, che per fortuna oggi é diventata una scelta.
Era una bella giornata di giugno. Sole e felicità, credenziali perfette per un momento memorabile. Il tempo si fermò, un’istantanea.. una chiesa di Bari assisteva a cotanto amore. La famiglia si era riunita, ma non si trattava di un’unione fisica..
La sala era colma di gente, la stessa che battendo le mani consacrò il momento.
Michele e Grazia, come 50 anni fa, magari con qualche ruga in più. Ci ribaciammo, un sigillo d’amore; l’ultimo momento pieno.
Di lí a breve mi sarebbe rimasto il ricordo, ricordo che in quattro righe ritorna in mente.

18157485_10211391630659877_1320015088755971525_n

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...